Home Cultura Cinema

All’Isola del Cinema una serata evento per rigenerare la mente

SHARE
isola del cinema

Un ricco tris di eventi per soddisfare la sete di cinema

 

Logorati dal primo lunedì di lavoro dopo le ferie? Estenuati dall’infinita distesa di mail accumulate nella posta elettronica? Terrorizzati dall’incubo del rientro o desolati da un’estate tiepida e malinconica? Tranquilli, per tutti voi l’“Isola del Cinema” ha organizzato una serata ad hoc per restituire allo spirito un alveo di pace e tranquillità.

Tre sale per altrettanti eventi che rimarcano lo spirito eterogeneo di una rassegna che ha contribuito a rendere sempre più solido il legame tra i romani e la settima arte. La serata inizia alle 20.30 nell’elegante cornice del Caffè Letterario dove Fabio Poggiali, poliedrico attore, regista, docente e autore teatrale, presenterà il suo ultimo libro “Giorgio De Lullo, regista pirandelliano”. Il volume ripercorre la carriera di uno dei migliori allievi di Luchino Visconti, seguendone i percorsi ideologici e l’irriducibile passione per il teatro di Pirandello.

Alle 21.15, presso la Sala Cinelab Groupama, Francesca Piggianelli, curatrice, tra gli altri, del Roma Film Festivale e del RIFF – Roma Indipendent Film Festival, introdurrà il corto “La Marchetta”, di Francesco D’Ignazio, finalista nell’ultima Rassegna internazionale del cortometraggio “Visioni Corte” di Minturno. A seguire, alle ore 22, per il ciclo Opere Prime e Seconde, verrà proiettata la commedia “La patente” di Alessandro Palazzi, esilarante e frizzante pellicola interpretata da Andrea De Bruyn, Ernesto de Stefano, Lucia Rossi, Isabél Gondim ed Emanuele Beffa.

Alle 21.30, le luci del palco dell’Arena illumineranno il terzo appuntamento con la Molise Film Commission, l’associazione culturale che dal 2011 propone, in collaborazione con la Regione e gli Enti Pubblici Territoriali, la promozione del territorio molisano come set privilegiato per le produzioni cinematografiche. Nell’ambito della serata speciale “Viaggio in Italia”, sarà proposta la visione di “Miele”, esordio alla regia di Valeria Golino, artista di fama internazionale e vincitrice nel 2006 del David di Donatello come miglior attrice protagonista. Il film, presentato nell’ultima edizione del Festival di Cannes nella sezione “Un Certain Regard”, affronta con toni delicati e commoventi il controverso e coraggioso tema dell’eutanasia, garantendo agli spettatori momenti di profonda e sincera emozione.

Simone Dell’Unto