Home Cultura Cinema

BORAT

SHARE

BORAT

Titolo originale: Borat!-Cultural Learnings of America for Make Benefit Glorious Nation of Kazakhstan

Regia: Larry Charles

Sceneggiatura: Sacha Baron Cohen, Anthony Hines, Peter Baynham, Dan Mazer

Interpreti: Sacha Baron Cohen, Ken Davitian

USA 2006

Il titolo originale da già un’idea della particolarità di questo film: Borat – Studio culturale sull’America a beneficio della gloriosa nazione del Kazakistan. Sacha Baron Cohen, attore del panorama inglese, interpreta un sedicente giornalista kazako inviato negli Stati Uniti per studiare gli americani e realizzare un documentario. Molta della comicità del film, a volte un po’ grossolana, deriva proprio dal lavoro sul personaggio, sul suo aspetto fisico e sul suo buffo inglese con accento kazako. Con i suoi modi non convenzionali, l’allampanato e baffuto Borat semina sconcerto ed imbarazzo presso le diverse categorie di americani che incontra nel suo particolare road-movie, e ne mette in evidenza le storture, svelandone le ipocrisie. Le attitudini americane sono continuamente messe in parallelo con quelle, volutamente esagerate, delle zone rurali del Kazakistan. Il risultato è che certi fenomeni sociali americani appaiono più bizzarri. Pur sviluppandosi come un “mockumentary”, diciamo un documentario di finzione, il film è privo di retorica, e lascia all’evidenza delle scene e alla loro ironia, tutto il valore significante. Un delirio di risate la scena in cui Borat è ospite in un bed and breakfast gestito da una coppia di anziani ebrei.

Fabrizio Livigni