Home Cultura Cinema

Django Unchained

SHARE

Il valore delle vecchie foto, quelle impresse su un rullino e stampate su carta Kodak, sta tutto nel ricordo, in quell’attimo in cui l’istantanea di un momento dimenticato dalla memoria suscita uno spontaneo e nostalgico sorriso.

Tra le tante peculiarità di Django (inutile che le elenchi, lo sai benissimo che è un film di pregevolissima fattura), c’è proprio quella di suscitare nel corso delle quasi 3 ore di durata un continuo senso di straniamento temporale. Tarantino riesce infatti a ricreare quell’atmosfera da western vecchia scuola, inserendo allo stesso tempo sprazzi di vitalità e azione moderna che danno maggior lustro alla sua rievocazione. Che siano stati vissuti o ripresi successivamente, si ha la piena sensazione di rivivere gli anni degli spaghetti western e di quelle sale cinematografiche scomode e affollate in cui bastava un fiero sceriffo o un prode cowboy per essere felici e sognanti. 

 

 

Regia: Quentin Tarantino 

Sceneggiatura: Quentin Tarantino

Interpreti: Jamie Foxx, Christoph Waltz, Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson, Kerry Washington, Laura Cayouette, James Remar, Don Johnson, Zoë Bell, Franco Nero, James Russo, Quentin Tarantino

(USA 2012)

 

Simone dell’Unto