Home Cultura Cinema

Il capitale umano

SHARE
il-capitale-umano-cover-vcd-front

“Non sembra un film di Virzì”. Uscendo dal cinema, a proiezione conclusa, è la frase ricorrente sulle bocche degli spettatori.

Effettivamente no, non sembra affatto un film di Virzì. Le fosche tinte della grigia Brianza sembrano turbare i colori caldi e appassionati propri del regista livornese. Motivo di tale stravolgimento è probabilmente da ricercarsi nell’intento posto alla base della narrazione: quella mostrata non vuole essere una semplice storia ma una più articolata (e per certi aspetti banale) lezione di morale. Il libero adattamento del romanzo di Stephen Amidon si tramuta in una sorta di fiaba contemporanea realizzata con la volontà di avvisare quanto sia pericoloso perseguire falsi miti quali l’ambizione, il potere ed il successo. Il racconto, nella sua asciutta semplicità, vuole essere un duro monito indirizzato a quanti, in precario equilibrio sulla fune tesa dal Dio Denaro, si rendono disposti a gettare nel baratro ogni residuo di moralità pur di proseguire il loro cammino.

Regia: Paolo Virzì 
Sceneggiatura: Paolo Virzì, Francesco Bruni, Francesco Piccolo
Interpreti: Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Gifuni, Valeria Bruni Tedeschi, Valeria Golino, Luigi Lo Cascio, Bebo Storti, Matilde Gioli, Guglielmo Pinelli, Giovanni Anzaldo, Gigio Alberti, Federica Fracassi

(ITA 2014)

Simone Dell’Unto