Home Cultura Cinema

Il primo Re

SHARE

Il film di Matteo Rovere non sembra italiano. Questa è in assoluto la posizione più condivisa del mondo della critica nostrana, ed è triste. Sì, è triste pensare che, ormai, si vadano a cercare i criteri di qualità di una pellicola solamente fuori dall’Italia. E allora diventa semplice scorgere nel film del regista italiano modelli d’oltreoceano nella costruzione narrativa o nella regia o nella splendida fotografia, e ancora più facile diventa vedere sullo schermo qualcosa che somiglia alle inquadrature di Malick o di Inarritu, ma così, a forza di sforzarsi di cercare altrove, si rischia di distogliere l’attenzione dall’enorme potenziale di un regista bravo che ha dato alla luce un bellissimo film. “Il primo Re” è la storia di Romolo e Remo, la vicenda dell’alba di Roma, di una popolazione di selvaggi che ha dato vita al popolo che ha conquistato il mondo. Ma è, soprattutto, il racconto delle vite di due fratelli, straordinariamente interpretati da Alessandro Borghi e Alessio Lapice. Da non perdere.

Regia: Matteo Rovere
Sceneggiatura: Matteo Rovere, Filippo Gravino, Francesca Manieri
Interpreti: Alessandro Borghi, Alessio Lapice, Fabrizio Rongione, Massimiliano Rossi, Tania Garribba
(ITA 2019)

Marco Etnasi