Home Cultura Cinema

In guerra per amore

SHARE
cinema 140 - in guerra per amore

Film dall’importanza storiografica ancor più che cinematografica

Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto, presenta infatti il suo secondo lavoro dopo la “Mafia uccide solo d’estate” come un racconto sullo sbarco degli alleati in Sicilia e sull’appoggio che la mafia diede agli Stati Uniti. Quella presentata non è più dunque solo la trasognata avventura di passione tra due amanti che incrociano i loro destini nel cuore della seconda guerra mondiale, ma la rilettura critica di un preciso momento ritenuto determinante nella storia contemporanea della Trinacria, nel corso del quale la mafia è stata riconosciuta come entità parastatale in tutta la sua legittimità. Lungi dal voler influenzare il giudizio personale dello spettatore, ma resta indubbio il fatto che Pif riesce nuovamente ad inserire in una narrazione apparentemente leggera e velata da un’elegante ironia profondi spunti di analisi e riflessione. Pif vince ancora: è ancora possibile parlare alla pancia mantenendo il cervello ben collegato.

Regia: Pif
Sceneggiatura: Pif, Michele Astori, Marco Martani
Interpreti: Pif, Miriam Leone, Andrea Di Stefano, Stella Egitto, Vincent Riotta, Maurizio Marchetti, Sergio Vespertino, Maurizio Bologna, Antonello Puglisi, Samuele Segreto, Orazio Stracuzzi

(ITA 2016)

Simone Dell’Unto