Home Cultura Cinema

Io c’è

Come uscire dalla crisi inventando una religione

SHARE

Uscire dalla crisi inventando un culto religioso, lo Ionismo, per salvare un bed and breakfast. Questo è “Io c’è”, nuova commedia del promettente regista italiano Alessandro Aronadio, il quale, dopo il successo di critica di “Orecchie”, torna a far ben sperare per le sorti del futuro cinema nostrano. Grazie a una regia coraggiosa, che rischia inquadrature poco viste, e a una solida sceneggiatura, strutturata su un frenetico scambio di battute dal ritmo serrato, “Io c’è” è una commedia fuori dal tempo, che guarda al nuovo nello stile ma che imita il vecchio nella forma, strizzando l’occhio ai fasti della commedia all’italiana soprattutto nella costruzione dei personaggi. Edoardo Leo, poi, è ormai da considerare il re Mida della filmografia italiana di nuova matrice, una garanzia di qualità che difficilmente disattende le aspettative.

 

Regia: Alessandro Aronadio

Sceneggiatura: Alessandro Aronadio, Edoardo Leo, Valerio Cilio

Interpreti: Edoardo Leo, Margherita Buy, Giuseppe Battiston, Giulia Michelini, Massimiliano Bruno

(ITA 2018)

Marco Etnasi