Home Cultura Cinema

Luci della città

SHARE

Entrare nell’universo di Charlie Chaplin è un privilegio che solo un mezzo così fuori dal normale come il cinema può regalare. Vedere da così vicino il processo di una mente brillante che riesce a creare felicità da una pellicola è sempre un’emozione unica di cui l’umanità dovrebbe essere sempre grata. Chaplin, con la sua genialità e la sua profonda leggerezza, riesce a creare storie immortali e straordinariamente uniche da intrecci narrativi semplici, spogli, usurati dal tempo e quasi logori. Luci della città è uno degli esempi più splendenti di questo processo creativo, uno scambio di persona, un povero che viene scambiato per un ricco, una fioraia cieca che riacquista la vista e un miliardario in disgrazia sono i punti di partenza per un film che non stanca mai e che riesce ad arrivare dove nessuno, o quasi, era mai riuscito neanche ad avvicinarsi. Un film straordinario, tenero, divertente, commovente, imperdibile, meraviglioso, unico e immortale.

Regia: Charles Chaplin
Sceneggiatura: Charles Chaplin
Interpreti: Charles Chaplin, Virginia Cherril, Harry Myers, Florence Lee, Al Ernest Garcia, Hank Mann
(USA 1931)