Home Cultura Cinema

Radio Days

SHARE
cinema 127 - radio days

Delicato spaccato di un piccolo mondo antico

Delicato spaccato di un piccolo mondo antico che danzava sulle giornate al ritmo della musica delle big band trasmessa dalle radio americane. Siamo nel periodo a cavallo tra la fine degli anni ’30 e l’inizio degli anni ’40, nel pieno di quel periodo definito come “Golden Age” (Età d’oro) della filodiffusione a stelle e strisce. La voce di Oreste Lionello, unico e indimenticato doppiatore di Woody Allen, scomparso nel 2009, ci guida nel racconto delle vicende di famiglie newyorkesi, ritratte con gentile nostalgia nelle loro quotidiane avventure. Programmi, canzoni, voci e strumenti musicali sono l’ipnotico sottofondo che fa volare lo spettatore con incantata leggerezza sulle vicende narrate rendendolo parte dell’unica grande famiglia dei radioascoltatori. Il film, presentato fuori concorso al Festival di Cannes del 1987, annovera nel cast due attrici con cui il regista ha avuto relazioni estremamente importanti: Mia Farrow, compagna di Allen per 12 anni, e Diane Keaton, vicino alla quale visse per circa cinque anni.

Regia: Woody Allen
Sceneggiatura: Woody Allen
Interpreti: Danny Aiello, Woody Allen, Leah Carrey, Jeff Daniels, Larry David, Mia Farrow, Seth Green, Paul Herman, Julie Kavner, Diane Keaton, Judith Malina, William Magerman, Kenneth Mars, Josh Mostel, Tony Roberts, Rebecca Scaeffer, Mike Starr, Michael Tucker

(USA 1987)

Simone dell’Unto

Leggi le altre recensioni della Rubrica Cinema