Home Cultura Cinema

SONG’E NAPULE

SHARE
songenapule

L’ottava gemma dei Manetti Bros conferma la vitalità della giovane commedia italiana

Sceneggiatura brillante, ritmo narrativo veloce e frenetico, regia di stampo deliziosamente vintage. I polizieschi anni ’70 tornano a vivere in una Napoli presentata in una veste che rifugge ogni banalità e trova nella scanzonata vitalità del dialetto una genuina forma espressiva. Gli scroscianti applausi ricevuti all’ultima Festa del Cinema di Roma, dove è stato inserito nella sezione “Fuori Concorso”, sono il biglietto da visita che meglio motiva la fiducia da accordare ad una pellicola impreziosita dall’eccellente recitazione di Carlo Buccirosso e Peppe Servillo. I due mastini napoletani mordono la scena, trovandosi pienamente a loro agio in personaggi che esaltano le loro doti attoriali. Tra i vicoli di Partenope si muove un racconto neomelodico, underground e intelligente. Termini buttati a caso? Vedere per credere…

Regia: Marco e Antonio Manetti
Sceneggiatura: Michelangelo La Neve, Giampaolo Morelli, Marco e Antonio Manetti
Interpreti: Alessandro Roja, Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Paolo Sassanelli, Peppe Servillo, Ciro Petrone, Carlo Buccirosso, Franco Ricciardi, Ivan Granatino

(ITA 2013)

Simone Dell’Unto