Home Cultura Cinema

La Grande Bellezza

SHARE
lagrandebellezza

L’Oscar torna in Italia a 15 anni di distanza da “La vita è bella” di Roberto Benigni. Dopo aver conquistato il Golden Globe ed i BAFTA awards, “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino riporta il cinema italiano nella grande eccellenza del panorama mondiale.

Il film, distribuito nelle nostre sale il maggio scorso, è ancora oggi oggetto di molteplici interpretazioni da parte di una critica tutt’altro che unanime nello spiegare i profondi significati di una pellicola difficile, decadente e sontuosa come la Roma amata e ripudiata dal personaggio culto Jep Gambardella. La conquista del prestigioso premio dell’Academy riporta in sala un racconto che, come silente dea, poggia il suo enigmatico e soave sguardo su una realtà svilita dal culto dell’apparenza e dall’assenza di spiritualità. La Città Eterna e i suoi personaggi, sciatti e annoiati da un’esistenza vana, esportano all’estero l’immagine di un sistema culturale sconfitto dalla sua stessa vanità. La romanità esulta per aver offerto i suoi incantevoli scenari, mentre tenta di celare il suo imbarazzo per la varia umanità rappresentata.

La grande bellezza

Regia: Paolo Sorrentino 
Sceneggiatura: Paolo Sorrentino, Umberto Contarello
Soggetto: Paolo Sorrentino – Fotografia: Luca Bigazzi
Interpreti: Toni Servillo, Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Carlo Buccirosso, Iaia Forte, Pamela Villoresi, Galatea Ranzi, Giovanna Vignola, Giusi Merli, Luca Marinelli, Serena Grandi, Giorgio Pasotti, Massimo Popolizio, Isabella Ferrari, Roberto Herlitzka

(ITA/FRA 2013)

Simone Dell’Unto