Home Cultura Cinema

The Post

SHARE

Steven Spielberg porta sul grande schermo una storia di democrazia, coraggio e libertà. Siamo negli USA, è il 1971 e il “New York Times” apre un vaso di Pandora chiamato “Pentagon Papers”, uno studio di 7.000 pagine sulle strategie politico-militari elaborate dal Governo statunitense in preparazione dell’intervento in Vietnam e in tutto il successivo sviluppo. Nixon blocca immediatamente la pubblicazione del dossier che viene subito ripreso dal “Washington Post” alla cui editrice spetterà l’annosa decisione: non pubblicare e rispettare il diktat presidenziale o pubblicare in nome della libertà di stampa. “The Post” è un film dalle tinte forti: parla di politica, di donne, di uomini, di passione, di avidità, di coraggio, di paura e di libertà. Meryl Streep e Tom Hanks, per la prima volta insieme sul grande schermo, conquistano il pubblico perché credono nel ruolo affidato: non sono solo attori ma orgogliosi interpreti di un sentimento di opposizione a un sistema maschilista e asservito al potere.

Regia: Steven Spielberg

Sceneggiatura: Liz Hannah, Josh Singer

Interpreti: Meryl Streep, Tom Hanks, Sarah Paulson, Bob Odenkirk, Tracy Letts, Bradley Whitford, Bruce Greenwood, Matthew Rhys, Alison Brie, Carrie Coon, Jesse Plemons, David Cross

(USA 2017)

Simone Dell’Unto