Home Cultura

CONCORSO FOTOGRAFICO “VITTORIO BACHELET”

SHARE
Il "Concorso Nazionale di Fotografia Vittorio Bachelet", nasce il 1 Marzo 1980, in un Quartiere di Roma, promosso da Fabrizio Fratangeli con gli amici della prima ora, Andrea, Roberto, e poi tutti gli altri che succedutisi nel tempo, come Giovanni Storchi, e dal 1987 i Volontari dell’Associazione "Nuova Era" di Roma, hanno offerto il loro contributo in questi anni.


 

Il "Concorso Nazionale di Fotografia Vittorio Bachelet"

 

ritengo che possa essere considerato come una manifestazione ricca di significati o come un’iniziativa priva di senso.

Dipende da molteplici fattori quali la motivazione di chi organizza, la sensibilità di chi partecipa, l’ambiente sociale nel quale si svolge, l’oggetto prescelto, il fine ultimo sovente inconscio, l’entusiasmo e la disponibilità di chi lo rende possibile.



Premio Solidarietà "VITTORIO BACHELET"

 

E’il primo Marzo del 1980 quando in un quartiere di Roma un giovane, impegnato nel sociale, insieme ad un gruppo di amici della prima ora, organizza un incontro socio-culturale, che poi, dal 1982 prenderà il nome di Vittorio Bachelet (in onore del professore universitario ucciso il 12 febbraio del 1980 presso la Facoltà di Scienze Politiche in Roma).

 

 

 

Oggi l’incontro è destinato a rendere omaggio non solo a quel grande personaggio, ma a tutti coloro che si adoperano quotidianamente per l’uguaglianza e la giustizia. Questo particolare appuntamento, inoltre, nasce dall’esigenza di estendere tale progetto alla città di Roma, ottenendo spunti di confronto, di dialogo, di riflessione, su specifici temi del nostro tempo come la pace, la libertà, la solidarietà, l’amore per il creato…).

 

Il promotore dell’iniziativa, Fabrizio Fratangeli, dopo il cammino di volontariato vincenziano, promuove il 14 luglio del 1987 in Roma, un’organizzazione di volontariato non governativa ma di cooperazione solidale, chiamata "Nuova Era", e, proprio nel contesto di questo programma, è conferito, annualmente (dal 1990), il Premio Solidarietà " Vittorio Bachelet", a persone, gruppi, organizzazioni umanitarie, che si distinguono nella promozione della pace, della dignità umana e della verità.

 

Il "Concorso Nazionale di Fotografia Vittorio Bachelet" non deve comunque essere, solo l’esibizione di fotografie belle o brutte che siano, ma deve poter evidenziare i "fotografi" in quanto esseri umani con il loro mondo intimistico e il singolare modo di guardare ciò che li circonda continuando a rimanere incantati, e testimoni del tempo che viviamo, attraverso un linguaggio universale che è quello dell’Arte Fotografica.


Questo ha cercato di essere il "Concorso Nazionale di Fotografia Vittorio Bachelet".

 

Nel 1998 accogliendo una proposta di Luca Pagni e Lucio Valerio Pini, promotori del "Comitato per la Promozione della Fotografia C.P.F." Fabrizio Fratangeli ha richiesto ed ottenuto l’intitolazione di un intero gruppo toponomastico alla Fotografia e ai fotografi: Tina Modotti, Louis Da Guerre, Giacomo Brogi, Giacomo Caneva,Giorgio Summer, Lorenzo Suscipj, nel Quartiere Ardeatino. L’iniziativa è stata ufficializzata nel corso del Concorso Bachelet.

 


Per questi scopi continuo ormai da molti anni ad organizzarlo, riconosciuto con il Patrocinio del Comune di Roma, dell ‘XI Municipio e dalla Fiaf (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), esso deve rappresentare una iniziativa dedicata non solo all’Arte Fotografica, e a quell’uomo a cui è dedicata l ‘iniziativa (dal 1982) ma a tutti coloro che, con maggiore e minore impegno, tentano di costruire una società migliore.

GIURIA

– Roberto Zuccalà AFI-BFI – presidente del Fotoclub "L’immagine"

– Carlo Gallerati – docente DAC-AFI – presidente Fotoclub Roma

– Luciano Freddi – AFI

– Giovanni Ingrassia – Delegato Prov.le Città di Roma FIAF

– Walter Gaberthuel – EFIAP

– Silvio Mencarelli – Fotografo, docente di Fotografia

– Antonio Fiorenza – Fotografo, docente di Fotografia

Segreteria di Giuria: Teresa Calearo, Massimo Baleani.

Presidente del Concorso: Fabrizio Fratangeli BFI (Benemerito della
Fotografia Italiana)

____________________________________

PREMI

Autore Primo Premio Assoluto

. 29° Trofeo "Vittorio Bachelet" un bassorilievo con supporto in

legno eseguito ed offerto dall’artista Ida Anfuso

. Una medaglia aurea FIAF

. Un buono acquisto di euro 250,00 offerto dal Centro Ottico

Bozzi

Sezione a tema "La bellezza della vita, nonostante tutto"

sez. colore e sez. B/N

1° classificato: medaglia aurea FIAF – libro fotografico(Mondadori)

2° classificato: medaglia argentea FIAF – libro fotografico(Mondadori)

3° classificato:medaglia bronzea FIAF – libro fotografico(Mondadori)

Sezione a tema libero, sezione unica colore

1° classificato: medaglia aurea – libro fotografico – della

Presidenza del Consiglio Regione Lazio

2° classificato: medaglia argentea libro fotografico – della

Presidenza del Consiglio Regione Lazio

3° classificato: medaglia bronzea libro fotografico – della

Presidenza del Consiglio Regione Lazio


PREMI SPECIALI

Premio "Foto-Natura" un dipinto su tela offerto dall’artista Muzi

Marisa – omaggio Blue Sport

Premio "Tina Madotti": un bassorilievo eseguito dall’artista

Idelma Galati, una medaglia aurea del Municipio RMXI

Premio "Alessandro Pavia" un bassorilievo eseguito dall’artista

Idelma Galati, una medaglia aurea del Municipio RMXI

Premio " I bambini nello sport"

Coppa di cristallo e omaggio Blue Sport

Premio Giovani Under 29

Medaglia argentea FIAF e omaggio Blue Sport.

Un corso gratuito di fotogiornalismo presso L’Ist. Superiore di

Fotografia e Comunicazione Integrata.

Gruppo fotografico con maggior numero di soci partecipanti

– Coppa di cristallo

– Omaggio Blue Sport

Attestato di partecipazione e catalogo delle foto premiate a

tutti i partecipanti.

____________________________________


CALENDARIO

Termine presentazioni fotografie 18 Novembre 2008

Riunione Giuria 22 Novembre 2008

Comunicazione risultati 29 Novembre 2008

Inaugurazione mostra e premiazioni 6 Dicembre 2008

Durata mostra 6 al 9 Dicembre 2008

(giorni feriali 17,30 – 20.00) – (giorni festivi 10,00 – 13.00)