Home Cultura

Contro la violenza sulle donne scende in campo la cultura

SHARE
violenza-sulle-donne1

Dal Municipio VIII l’impegno a rendere quotidiana l’opera di educazione e sensibilizzazione

GLI INCONTRI – Nel Municipio VIII sono stati organizzati due appuntamenti di educazione e sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. Quest’oggi presso l’Aula Magna del Liceo Classico e Scientifico Statale “Socrate” verrà proiettato il docu-film “Giulia ha picchiato Filippo”, di Francesca Archibugi e realizzato dall’Associazione Differenza Donna ONG a cui faranno seguito delle attività laboratoriali con le studentesse e gli studenti; mentre il 23 dicembre presso il centro antiviolenza “Casale Rosa” in via Grotta Perfetta, è stato organizzato un pomeriggio di laboratori rivolti a bambini e un incontro-dibattito per le famiglie. 

IMPEGNO QUOTIDIANO – Questi incontri prendono il via ad un mese dalla giornata mondiale contro la violenza sulle donne e dall’impegno preso dal Municipio VIII di rendere quotidiano il lavoro di sensibilizzazione e contrasto. “La violenza contro le donne si deve scoraggiare attraverso un cambiamento culturale costante e continuo in grado di contrastare le discriminazioni e gli stereotipi di genere, oggi purtroppo tanto diffusi – affermano il Presidente Andrea Catarci e la Vice Presidente e Assessora alle Politiche di Genere Anna Rita Marocchi – Partendo da questo principio il Municipio VIII è impegnato a trasferire più cultura di genere nel territorio attraverso la costante sensibilizzazione dell’opinione pubblica contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne”.

CULTURA E CREATIVITÀ – Gli strumenti messi in campo per tenere alta l’attenzione verso questo terribile fenomeno sono quelli della cultura e della creatività, attraverso il coinvolgimento delle tante realtà schierate in prima linea ogni giorno: “Più creatività e cultura per contrastare la violenza di genere, questo è l’obiettivo che vogliamo raggiungere in sinergia con le associazioni di prossimità impegnate in questi ambiti – seguitano i vertici municipali – ampliando il percorso educativo sul rispetto e le differenze attraverso attività educative e di sensibilizzazione finalizzate a diffondere soprattutto tra i più giovani una cultura basata sul rispetto e la valorizzazione del ruolo della donna in ogni ambito”.

LeMa