Home Cultura

Garbatella: torna la Festa per la Cultura

SHARE
festacultura

Il 13 giugno torna l’appuntamento con la cultura diffusa e partecipata

LA FESTA – Lo scorso anno ci è mancata. Un lungo corteo, scomposto da un acquazzone inaspettato, non è bastato a sostituire un evento che va avanti dal 1994. L’assenza dello scorso era dovuta alla mancanza di fondi destinati dal comune per eventi di questo tipo. Ma quest’anno finalmente la Festa per la Cultura di Garbatella è tornata. L’appuntamento è stato lanciato per sabato 13 giugno, momento durante il quale cinque piazze, e le adiacenti vie che le collegano, vengono interamente chiuse al traffico ed allestite come luoghi in grado di ospitare gruppi musicali, teatrali, di danza, artisti di strada ed associazioni del no-profit. 

LO SPIRITO DELL’INIZIATIVA – L’ultima edizione della festa ha visto la partecipazione di oltre 300 artisti ed un pubblico da fare invidia anche ai consolidati eventi dell’estate romana: circa 15.000 partecipanti in poche ore. “Una giornata simbolo – si legge nel programma lanciato dall’Associazione Controchiave – nella quale si dimostra ampiamente che le proposte artistiche non possono essere schiacciate sul metro di giudizio del mercato, e che c’è una qualificata richiesta di cultura condivisa e partecipata”.

LE INIZIATIVE – La festa si articolerà su cinque delle piazze principali della Garbatella. In Piazza Sauli si alterneranno musiche, balli e canti delle tradizioni popolari in un confronto serrato con le culture di altri paesi del mondo. A Piazza Longobardi presso l’Asiletto la casa dei bimbi, è la volta della voce dei più piccoli assieme ad altri esperimenti musicali. Tanto teatro, in piazza Masdea sonetti, letture e memoria in una serie di eventi che proseguiranno fino a sera. In Piazza Ricoldo da Montecroce, vicino alla storica Fontana Carlotta, si alterneranno una serie di iniziative per sensibilizzare i cittadini alla cura e al restauro dei preziosi beni artistici del territorio, prima fra tutte la storica fontana della Garbatella.

SPAZIO ALL’IMMAGINE – Ci sarà posto anche per le immagini con il #nonarte Live Painting, 11 disegnatori, 11 personaggi e una stampa esclusiva in preparazione. Con la partecipazione di Bevilacqua, Zerocalcare, Uno Studio in Rosso e Skeleton Monster. Nello slargo di via Magnaghi verrà allestito un punto fotografico per l’iscrizione dei fotoreporter e la raccolta delle foto spontanee del popolo della festa, con proiezione, stampa ed esposizione su Instagram e in piazza Sauli in tempo reale. Ci sarà spazio anche per un laboratorio fotografico per bambini, “Foto, gioco e fantasia”, per interpretare liberamente, ciascuno con la propria capacità di osservazione, la realtà, la natura e gli oggetti del quartiere; assieme alla mostra fotografica “Biblio e scatto: fotografare il domani”, frutto del laboratorio di fotografia e poesia a cura dell’associazione culturale WSP Photography con gli studenti della scuola superiore Cine-Tv Rossellini promossa dalla Biblioteca Guglielmo Marconi nell’ambito dell’iniziativa “Oltre il libro”.

IL PROGRAMMA – Questi sono soltanto alcuni dei tantissimi appuntamenti che durante la giornata del 13 giugno animeranno le strade del quartiere. Qui il programma completo dell’iniziativa.

Le Ma