Home Cultura

Gli affreschi del Salento

SHARE

A Torre Matta, in provincia di Otranto, in mostra gli affreschi salentini. Fino al 27 agosto, ingresso libero.


 

È inutile negarlo. Da un po’ di anni a questa parte il Salento è una delle mete più ambite dai romani. Chi si dovesse trovare lì in agosto potrà approfittarne per coniugare il mare cristallino e i balli serali sulla spiaggia ad una mostra di straordinario interesse. L’ideale per chi fosse curioso di conoscere gli aspetti poco noti del Salento e che insieme alla taranta ne fanno una terra unica e spettacolare.
Pochi sanno in effetti che il territorio salentino, conosciuto come l’antica Porta d’Oriente, è disseminato di numerose grotte, cripte e chiese antichissime decorate di magnifiche pitture, che spaziano dall’arte bizantina a quella rinascimentale. In questa mostra gli antichi Maestri del Salento si trovano riuniti ai più grandi artisti del Rinascimento italiano da un filo conduttore: l’arte dell’affresco. Epoche, metodi e stili diversi si congiungono, per confrontarsi e offrire al visitatore una veduta più ampia su un’arte antica e dimenticata.
Protagonisti della mostra sono gli affreschi realizzati nella bottega del Maestro Antonio De Vito, che raccontano l’intrigante avventura della pittura ad affresco. L’autore nato in provincia di Lecce, si laurea ad Urbino e lì sperimenta, sotto la guida di un restauratore, la tecnica dell’affresco, rimanendone affascinato. Dopo molti anni di studio appassionato dai grandi maestri del Rinascimento è riuscito a dare un nuovo soffio vitale a quest’arte, praticata ormai da pochissimi. Le sue opere, ispirate a soggetti classici, traggono la loro modernità dal risultato che egli ottiene nello staccarli dal muro originale: diventano frammenti isolati dal loro contesto che prendono vita propria, invitando la fantasia di chi li guarda a creare una storia, un contesto. Dal suo studio degli affreschi antichi è soprattutto nata l’intuizione che quello che ci affascina di queste opere non è solo la loro bellezza, ma i segni che i secoli di storia hanno lasciato su di loro: muffe, graffi, screpolature e scritte, l’usura operata dalla natura e dall’uomo. Queste imperfezioni non più casuali, ma volute dall’artista, danno vita a delle creazioni del tutto uniche e originali. La bellezza della mostra sta proprio qui: sono esposti veri affreschi, dipinti sul muro dell’atelier dell’artista, permettendo così di vedere opere che, tradizionalmente, si possono ammirare solo in loco. Traendo spunto da opere gia esistenti, reinterpretandole con originale sensibilità, il Maestro restituisce lo splendore agli affreschi tipici della terra salentina: tra sogno e realtà, ripercorre i secoli alla scoperta dei loro segreti, facendoci scoprire le tecniche e i gesti che li hanno fatti nascere.

Otranto – Torre Matta
Dal 3 al 27 agosto 2011
Orari mostra : 18.00-23.00
Ingresso: libero
Info: Antonio De Vito, cell. 3289044529

Emanuela Maisto