Home Cultura

Il Corpo Militare della CRI dal 1866 ad oggi

SHARE
cri

Fino al 23 novembre sarà possibile visitare la mostra “Soccorso umanitario ed evoluzione dell’arte sanitaria. Il Corpo Militare della CRI dal 1866 ad oggi” presso il Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia. Ingresso libero

Si è tenuta il 14 novembre, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa, on. Domenico Rossi, dell’Ispettore Nazionale Corpo Militare CRI, Maggiore Generale Gabriele Lupini, dell’Ispettrice Nazionale Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, Monica Dialuce Gambino, del Direttore dei Musei Scientifici di Roma Capitale, Marcello Visca, oltre che del Direttore Generale della ASL Roma E, Angelo Tanese, l’inaugurazione della mostra “Soccorso umanitario ed evoluzione dell’arte sanitaria. Il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana dal 1866 ad oggi” presso il Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia.

Il Dott. Tanese, dopo aver ringraziato i presenti, ha proseguito “La ASL Roma E ha avuto l’onore di ospitare questa mostra, allestendola all’interno di un Complesso Monumentale che merita di essere valorizzato. Per la città di Roma il Santo Spirito rappresenta da secoli il luogo in cui l’assistenza, l’ospitalità e l’innovazione, portate avanti da Guido di Montpellier, da Camillo de Lellis, da Giovanni Maria Lancisi – solo per citare alcuni dei grandi nomi che hanno operato all’interno di queste mura – sono state messe al servizio della persona. Una tradizione consolidata dunque che ben si collega alla missione della Croce Rossa Italiana.”

Il Maggiore Generale Gabriele Lupini ha aggiunto “Questa mostra racconta, anche se in maniera succinta, il soccorso umanitario dal 1866 ad oggi, ovvero da quella data in cui è nata l’idea del soccorso sanitario su campo per non abbandonare i feriti al proprio destino. Da allora, importanti interventi sono stati portati avanti impiegando numerose risorse, fino all’operazione Mare Nostrum. La criticità è quella che, qualora non si intervenisse con una modifica dell’attuale assetto legislativo, le professionalità espresse e tutto quello che abbiamo visto potrebbero scomparire insieme alla smilitarizzazione del corpo stesso”. La conferenza è stata chiusa dal Sottosegretario di Stato alla Difesa, on. Rossi “Oltre la crisi economica stiamo vivendo una crisi valoriale, mostre come questa sono essenziali, non solo per far conoscere il Corpo Militare della Croce Rossa ma per trasferire ai giovani messaggi di solidarietà ed equità”.

L’iniziativa è stata realizzata – con l’adesione del Presidente della Repubblica e patrocinio della Camera dei Deputati – in partnership con la ASL Roma E, Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, l’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria in occasione dei 150 anni della Croce Rossa Italiana.

La mostra sarà visitabile fino al 23 novembre con ingresso libero dal lunedì al venerdì (10-18) e sabato-domenica (10-21).