Home Cultura

La lettera di Cristoforo Colombo torna in Italia

SHARE
lettera colombo

Stampata nel 1493, rappresenta la prima descrizione del Nuovo Mondo

Nel trentatreesimo giorno successivo alla partenza da Cadice arrivai nel mare indiano, dove trovai molte isole con innumerevoli abitanti […] di cui presi possesso in nome del nostro felicissimo re. Alla prima diedi il nome di San Salvatore […] a un’altra isola Santa Maria Concezione, a un’altra Ferdinanda, a un’altra Isabella, a un’altra Giovanna. […] Dapprima navigammo verso quell’isola che chiamai Giovanna. Procedetti per un certo tempo verso occidente lungo il suo litorale. Essa era talmente grande che la ritenemmo non un’isola ma una provincia del continente del Catai”.

Con queste parole inizia la lettera stampata nel 1493 e scritta da Cristoforo Colombo per annunciare la scoperta del Nuovo Mondo. Un documento storico di enorme valore archivistico trafugato anni fa a Firenze. Nella giornata di ieri la lettera è tornata in Italia grazie al lavoro coordinato dei Carabinieri e delle autorità statunitensi, che hanno collaborato alle indagini e al recupero.

La cerimonia di restituzione della lettera alla Biblioteca Riccardiana di Firenze, è stata presieduta dal Ministro Dario Franceschini: “Il recupero di questo prezioso documento, avvenuto grazie alla preziosa opera dei carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, è il segno della intensa e solida amicizia e collaborazione tra Italia e Stati Uniti. Ora l’incunabolo ritornerà nella Biblioteca Riccardiana di Firenze, dove sarà a disposizione degli studiosi”.

LeMa