Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

Galeno, alcune curiosità sul famoso medico dell’antichità

SHARE
misteri 141 - Galeno

La prima parte di questa storia fuori dall’ordinario

Galeno (129–201 d.C. circa) è stato un medico talmente conosciuto e importante che i suoi punti di vista hanno dominato la medicina occidentale per 13 secoli, fino al Rinascimento, quando si cominciò con cautela a metterli in discussione.

Il nome con cui è ricordato Galeno, ossia Claudio, non è documentato prima del Rinascimento, ma secondo alcuni studiosi dovrebbe essere frutto di un’errata decifrazione dell’espressione “Cl. Galenus” presente nei codici latini: “cl.” stava probabilmente per Clarissimus, un termine adoperato per indicare ogni persona di elevato rango sociale in epoca imperiale.

Nacque a Pergamo, ora in territorio turco ma, all’epoca, ai confini dell’Impero Romano. Il padre Nikon, un ricco architetto, intuendo il talento del figlio gli fece impartire una buona istruzione che comprendeva filosofia e matematica.

Sembra che, in seguito a un sogno particolarmente vivido, suo padre decise di fargli intraprendere la professione medica. Galeno cambiò studi dedicandosi alla medicina, senza però trascurare la filosofia. Dopo la morte del padre, l’eredità ricevuta gli consentì di trascorrere parecchi anni viaggiando e studiando. Durante questo periodo passò molto tempo nella famosa biblioteca di Alessandria.

Tornato a Pergamo fece pratica diventando medico dei gladiatori. Galeno aveva il compito di rimetterli in sesto tra una sanguinaria esibizione e l’altra. Secondo quanto egli stesso racconta, le sue cure furono molto efficaci. Sembra che in questo modo divenne esperto del trattamento chirurgico delle ferite.

Nel frattempo si fece conoscere tra i ceti più ricchi e intorno al 160 d.C. si trasferì a Roma dove iniziò a scrivere di anatomia e fisiologia.

Massimiliano Liverotti

SHARE