Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

I folletti di Fiumicino

SHARE

I folletti, minuscole creature magiche, si troverebbero nella provincia romana. Vi è infatti una leggenda, che riguarda questi personaggi fantastici, che è legata alla frazione di Torrimpietra, del comune di Fiumicino, in provincia di Roma.

In questo luogo sorge la torre del Pagliaccetto (o Torre Pagliaccetta) di origine medievale e ristrutturata nel Settecento. Pagliaccetto sarebbe stato il nome del fattore della famiglia Falconieri. Il contadino, dotato di poteri magici, avrebbe avuto al suo servizio 99 folletti, i quali avrebbero vegliato sulla tenuta. Con il loro aiuto, in una sola notte, Pagliaccetto avrebbe costruito i 99 fontanili della tenuta di Torrimpietra e, sempre in una sola notte, avrebbe piantato un uliveto intorno alla torre.
Un altro potere di Pagliaccetto sarebbe stato quello di poter incantare gli animali.
Un giorno il principe Falconieri avrebbe licenziato il fattore, il quale, andandosene, sarebbe stato seguito da tutto il bestiame della tenuta. Il principe dovette richiamare il contadino a cui avrebbe riconosciuto le sue virtù magiche.
La leggenda non finisce qui, infatti sembra che Pagliaccetto avesse perso una scommessa con un porcaio di una zona di montagna, un tal Pocaciccia, riguardo alla possibilità di poter tracciare con l’aratro un solco tanto lungo da raggiungere il mare. La sconfitta del contadino sarebbe stata causata dal fatto che il suo avversario avrebbe avuto al suo servizio 100 folletti, uno in più di Pagliaccetto. Il contadino avrebbe poi lanciato una maledizione sulla zona di Torrimpietra: tutti gli animali del luogo lo avrebbero seguito in mare, sparendo insieme a lui. In seguito, a Torrimpietra, non si sarebbe udito più un uccello cinguettare o un cane abbaiare. La tenuta sarebbe stata avvolta da uno strano silenzio. La storia di Pagliaccetto viene anche ricordata dall’omonimo poemetto in romanesco ad opera di Augusto Sindici ( 1839-1921).

Massimiliano Liverotti