Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

Il Monte Soratte. Leggende e curiosità

SHARE
montesoratte

Nei suoi boschi grandi voragini ritenute l’ingresso agli inferi

Il Monte Soratte è una montagna che si trova nella provincia romana, a cui sono legate diverse leggende e curiosità, sia per la sua storia che per le sue caratteristiche territoriali. In mezzo ai suoi boschi si aprono gigantesche voragini carsiche che, in passato, si riteneva fossero l’accesso per il regno degli inferi.

Secondo antiche leggende gli “Hirpi Sorani”, i sacerdoti che in un tempio sul Soratte veneravano Apollo in forma di lupo, pare fossero capaci di trasformarsi essi stessi in lupi e che il dio, durante le cerimonie in suo onore, si presentasse in forma di grande lupo bianco. Sembra anche che, nel corso di questi riti, venissero sacrificati degli animali, ma talvolta anche esseri umani. Secondo altre versioni gli “Hirpi Sorani” adoravano un’antica divinità italica di nome “Soranus”, venerata da diverse popolazioni dell’Italia centrale. Il suo centro di culto era appunto il Monte Soratte. Nel corso delle cerimonie, i sacerdoti camminavano sui carboni ardenti, reggendo le interiora delle capre sacrificate. Sembra che “Soranus” fosse spesso confuso o identificato con diverse divinità del mondo romano, tra cui Apollo.
Successivamente sul tempio pagano di “Soranus” fu eretta la piccola chiesa di S. Silvestro, all’interno della quale è possibile vedere ancora i resti della vecchia costruzione. Nelle vicinanze si trova quello che viene definito “lo scoglio di San Silvestro” dove, secondo la tradizione, il santo dormiva quando viveva sul Monte Soratte.
Si racconta di una volta in cui San Silvestro, trovandosi sul Monte, era atteso a Roma da Costantino. Il santo si mise a cavallo di una mula a cui comandò di portarlo a Roma il più presto possibile. Sul Soratte si vede un foro a forma di zoccolo che sarebbe stato formato dalla zampa della mula, una seconda orma della mula si troverebbe a Rignano Flaminio, una terza a Castelnuovo di Porto e l’ultima dovrebbe essere nelle vicinanze di Roma, presso Prima Porta.

Massimiliano Liverotti