Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

Via dei Giubbonari

SHARE

La strada conduce da piazza Campo de’ Fiori a piazza Benedetto Cairoli ed è situata nel Rione Parione, rappresentando una delle più caratteristiche vie di Roma.
Viene chiamata in vari modi: Santa Barbara, dalla chiesetta di largo dei Librai, oppure Florida o Florea, come tutta la famosa arteria che va da Ponte Sant’Angelo al Ghetto. Ma il nome più particolare, prima dell’attuale, fu quello di via Pelamantelli perché qui vi si erano stabiliti gli “stramazzatori”, ovvero i lavoratori di lane e stoffe grezze. Dopo il Medioevo la via assunse il nome con il quale è giunta fino a noi: via dei Giubbonari, dai venditori e fabbricanti di “gipponi” o corpetti. Ancora oggi il commercio in questa strada è dei più floridi, soprattutto per quel che riguarda il settore dell’abbigliamento. Nel 1944 era sede dei “cicaroli”, ovvero i raccoglitori di “cicche” e dei venditori di tabacco che veniva così raccolto, nonché di quello a borsa nera. In una delle case situate in questa via, se si salgono due rampe di scale, si può ancora vedere una piccola lapide che ricorda un avvenimento legato a Papa Pio IX . Questi, passando in carrozza per Campo de’ Fiori, si imbattè in una piccola processione che accompagnava un uomo al patibolo per essere giustiziato. Disceso dalla sua carrozza il Papa si confuse ai fedeli e somministrò egli stesso la Comunione al morente, confortandolo nella sua agonia. I familiari vollero così eternare il ricordo di questo insolito avvenimento con la suddetta lapide.

Emanuela Maisto