Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

Via dell’Acqua Santa

SHARE
via dell acqua santa

 

La strada va da via Appia Nuova a via Appia Pignatelli e prende il nome da una sorgente di acqua ferruginosa distante 4 km da Porta San Giovanni, che ha dato il nome anche alla tenuta.

Quest’acqua era molto stimata perché si diceva che curasse le malattie cutanee e aiutasse ad eliminare gli acidi urici. Ne bevvero e ne beneficiarono Alessandro VII, Pio VI (che vi costruì anche un bagno termale caduto poi in disuso) e Leone XI.
La sorgente venne scoperta per caso, come racconta lo storico Giacinto Gigli nel suo Diario sulla storia di Roma 1608-1675: “Circa il 15 del mese dell’ottobre 1615, un bifolco che guidava certi bovi presso la Porta Appia, cercando di abbeverarli andandogli dietro, li bovi si fermarono e cominciarono a sbuffare e come se fossero spaventati non volevano più proseguire. Il bifolco passò avanti ai bovi per vedere che fosse e vide un rigolo d’acqua corrente del colore del sangue e meravigliato vi si lavò le mani e se le vide subito lisce e morbidissime. Così cominciò a portarvi tutto il popolo che subito ricevette la sanità. La storia arrivò fino al Papa come di acqua molto salutifera. Andò di persona Papa Paolo a vedere questo loco e vi si lavò e così vi concorse tanta gente chiamandola Acqua Santa”.
Oggi la miracolosa acqua santa viene venduta in bottiglie come acqua oligominerale (Acqua Egeria).

Emanuela Maisto