Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

Via della Barchetta

SHARE
a via barchetta

Anticamente esistevano molte vie nel centro di Roma con questo nome

Oggi ne sopravvive solo una che parte da via Monferrato e arriva a via Giulia nel rione Regola. Questa strada attualmente è lontana dal Tevere ma un tempo arrivava fino al fiume passando a fianco della chiesa di San Biagio.

Infatti il toponimo deriva dalle piccole barche che si trovavano numerose lungo il fiume e attraverso le quali si poteva accedere ai diversi vicoli e alle vie che costeggiavano le rive. Questi mezzi, simili a traghetti, erano spinti a braccia dal barcaiolo che si aiutava con una fune sospesa tra una riva e l’altra del fiume. Il passaggio aveva un costo irrisorio: mezzo bajocco, poi elevato ad un bajocco (un soldo). Da ciò nacque il detto popolare romanesco “vacce a passà in barchetta!” che si rivolgeva per rifiutare uno scarso compenso, o quando si veniva sottopagati, o per l’acquisto di qualcosa a poco denaro.
Nel corso degli anni questi mezzi di trasporto sul fiume furono vietati e nel tempo si perse questa abitudine. In un avviso datato il 3 agosto 1577 si legge: “È proibito di passare il Tevere con la barca sotto pena della galera”.

Emanuela Maisto