Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

Via delle Tre Fontane

SHARE
3fontane

La via, che attraversa trasversalmente due tra le principali arterie di Roma sud, la via Laurentina e  via Cristoforo Colombo, deve il suo nome all’omonima abbazia che si erge nelle sue vicinanze. La storia di questo toponimo risale al I secolo d.C. e alla storia di Saulo di Tarso, più noto come San Paolo. La valle “ad Aquas Salvias” (l’attuale via delle Acque Salvie) fu, secondo la tradizione più diffusa e sulla base di alcuni documenti antichi, il luogo della decapitazione del santo, avvenuta presumibilmente durante l’impero di Nerone (non mancano però alcune tradizioni più antiche che indicherebbero come luogo dell’esecuzione la villa di Lucina sulla via Ostiense, dove il santo sarebbe stato sepolto e dove in seguito sarebbe sorta la Basilica di San Paolo fuori le Mura). L’apocrifo “Atti di Pietro e Paolo” riferisce che la decapitazione di Paolo avvenne presso la via Ostiense lo stesso giorno della morte di Pietro, il 29 giugno; la data deriva probabilmente dal fatto che il 29 giugno 258 le salme dei due apostoli furono trasportate nelle Catacombe di San Sebastiano, dove rimasero per meno di un secolo.

 È per questo che Roma, in questo giorno, celebra la solennità dei suoi santi protettori. Il titolo di “Tre Fontane” deriverebbe quindi dal noto episodio secondo cui la testa di Paolo, cadendo a terra, avrebbe rimbalzato tre volte dando origine ad altrettante fonti d’acqua. Sul luogo del martirio sarebbe quindi sorto un primo edificio di culto nel V secolo, ricostruito poi nel 1599 da Giacomo Della Porta, così come lo vediamo nella sua forma attuale. All’ingresso la lapide che recita “S. PAULI APOSTOLI MARTYRII LOCUS UBI TRES FONTES MIRABILITER ERUPERUNT” (“luogo del martirio di San Paolo apostolo dove tre fonti sgorgarono miracolosamente”) ricorda il prodigioso aneddoto. All’interno della chiesa, intitolata appunto al Martirio del santo, tre edicole in corrispondenza delle tre fonti (chiuse però dal 1950) e una colonna dove Paolo sarebbe stato legato durante il martirio, ricordano la tragica morte dell’Apostolo delle genti.

Alessia Casciardi
Urloweb.com