Home Cultura Libri

Come sopravvivere ai francesi

SHARE
LIBRI come sopravvivere ai francesi

Sottotitolo : “il racconto di un italiano che ce l’ha fatta”.  Fino ad un certo punto, verrebbe da aggiungere, dal momento che, l’autore di questo libricino, a quanto pare, in Francia non ci vive più.

Una dispettosa precisazione va però fatta: “come sopravviere ai parigini” sarebbe stato il titolo più adatto a questo mini manuale di sopravvivenza, non solo  perché l’autore ha vissuto a Parigi ma soprattutto perché gli abitanti della splendida capitale francese sono la “crème de la crème” del popolo cugino. Francesco Zardo, giornalista esterofilo, si prende amorevolmente burla dei nostri cugini transalpini, delle loro abitudini, della loro superbia e del loro accento condito di sbuffi, quanto l’insalata di vinaigrette. Carla diventa Carlà, Ronaldo Ronaldò e via dicendo.

Si parla dell’assenza del bidè nei bagni, delle chiavi sostituite da numeri  e lettere per i cancelli degli appartamenti, della loro convinzione di essere il popolo con la migliore cultura culinaria, artistica, sportiva (ricordiamo che questo libricino risale a qualche anno fa, prima della nostra vittoria calcistica mondiale). Da “emigrante” a Parigi posso constatare che il popolo non è cambiato in pochi anni, ma d’altronde il loro carattere non proprio umile è riconosciuto da tutta Europa fin dai tempi di Napoleone e probabilmente da ben prima. Tralasciando queste caratteristiche, dove ricordiamo a rigor di logica, ma solo di quella, si può peccare di generalizzazione, i francesi  sono un popolo civile, figlio della rivoluzione, con valori ben saldi e metropolitane che funzionano. “Come sopravvivere agli italiani” sarebbe la giusta vendetta di quel popolo che tanto si odia perché in realtà, in fondo in fondo, tanto si ama.

Titolo Come sopravvivere ai francesi. Il racconto di un italiano che ce l’ha fatta
Autore Zardo Francesco
Prezzo € 9,00
Dati 2003, 126 p., ill.
Editore Cooper  (collana Memo)

Carlamaria Liso