Home Cultura Libri

Di tutte le ricchezze

SHARE

Basta chiudere gli occhi e ascoltare, farsi portare dalle poesie, dai suoni e dalle voci. Stefano Benni trasporta il lettore dentro un sogno, o un ricordo, attraverso immagini raffinate di un film in bianco e nero, ma con colori intensi e carichi di luce, come dentro un incantesimo da mondo Disney.
Con uno stile che ipnotizza, Benni descrive un immaginario fatto di simboli e relazioni tra passato e presente, del legame magico fra uomo e natura come nelle favole di Esopo. Una narrazione perfetta, risultato di una consapevolezza indefessa che si rintraccia nella naturalezza narrativa. È il libro della maturità di uno scrittore che sa parlare in maniera semplice, perché si è trasformato nella materia stessa del suo romanzo, di una saggezza-non saggezza raccontata secondo regole-non regole da uno spirito prontissimo. La storia di un uomo che si rifugia, con il suo cane Ombra, in una casa nel bosco a fare ricerche per un libro misterioso, quello del Catena, un poeta che la tradizione locale vuole morto in manicomio. Dell’arrivo di nuovi vicini a sconvolgere la malinconia, e dell’apparizione di Michelle a rappresentare un’impennata, il giro di danza di una notte: una relazione breve e platonica, ma potente come i grandi innamoramenti perché porta con sé la possibilità di farli essere di nuovo.

Stefano Benni
Feltrinelli 2012
16 euro

Ilaria Campodonico