Home Cultura Libri

Dizionario dei luoghi fantastici

SHARE

La nuova edizione con corredo di mappe e illustrazioni
Un libro irresistibile, “che vorrei trovasse sempre posto nei nostri scaffali”, scriveva Italo Calvino, uno che di città, luoghi e attraversamenti ne sapeva più di tutti gli altri. Edito per la prima volta nel 1980, progettato da un romanziere argentino Alberto Manguel e da un grande autore come Gianni Guadalupi, il “Dizionario dei luoghi fantastici” viene oggi riproposto da Archinto in una nuova versione: lungo più di 800 pagine, con preziose illustrazioni di Graham Greenfield e mirabolanti mappe di James Cook. Così nel tempo di Google Earth, abituati ad andare a spasso per il pianeta seduti comodi alla nostra scrivania, accade che questo volume riscopra una speciale geografia del mondo, una topografia sognata, utile a farci perdere la rotta negli spazi dell’immaginazione, nei paesaggi della finzione raccontati dai grandi scrittori, come Barthes, Tolkien, Verne, Perrault; per andare all’avventura, sprofondando nelle selve oscure, dentro l’Abbazia della rosa di Eco, incontrando creature di cui non sospettiamo l’esistenza, nelle stanze del castello del Gatto con gli stivali fino al regno di Oz, attorno all’Isola del Tesoro, lungo traiettorie inventate, mondi inesistenti che grazie alla forza di una narrazione universale, epica e puntuale sembrano guadagnare ancora una volta contorni più nitidi, possibili.


Alberto Manguel, Gianni Guadalupi
Archinto
2010
pp. 835
50 euro

Ilaria Campodonico