Home Cultura Libri

Il club degli uomini

SHARE

Se non avete letto “Sylvia” di Leonard Michaels, consiglio di raggiungere presto la libreria più vicina e prendere una copia insieme al suo secondo romanzo, pubblicato oggi da Einaudi: non è più possibile stare senza uno dei migliori scrittori americani del Novecento. Molti autori hanno scelto un condominio come punto di partenza delle loro narrazioni. Michaels ha pensato a una stanza, a sette uomini con le loro storie in una sola notte. Un deposito senza fine di possibilità per descrivere la realtà di ogni giorno: innamoramenti, confronti, fallimenti, privazioni, piaceri. Le pareti definiscono lo spazio di un gioco senza regole, ma costruito con coincidenze giudiziose e accostamenti imprevedibili: tutti i personaggi escono presto allo scoperto, mettono da parte i modi consueti del vivere perbene e diventano quello che sono realmente. Mariti, nemici, compagni, amanti. “Il club degli uomini” è un lavoro perfetto dove le parole aderiscono ai volti. Lo stile non è soltanto sublime, ma assume una funzione conoscitiva, obbliga alla riflessione, strappando definitivamente dalla nostra mente l’idea che la realtà possa essere ricondotta con rassegnazione a un insieme indistinto e disordinato. La forma è conquista e invita con coraggio a una possibile comprensione, sempre instabile e sistematicamente incerta.

Leonard Michaels

Einaudi 2018

Euro 17

 Ilaria Campodonico