Home Cultura Libri

L’ultimo amore è sempre il primo?

SHARE
libri 138 - lultimo amore e sempre il primo

Amor sacro e amor profano, sentimenti platonici e amicizie irregolari

Uomini giovani e vecchi, tremanti e appassionati, fragili e orgogliosi incontrano donne complici e mute, ingannate e astute, audaci e belle. Da centri vacanze per turisti alla moda a mondi a parte, intoccati, dove entra di tanto in tanto qualcosa da fuori – che sia una presenza o un accadimento – a mischiare, incrociare possibilità e destini. Un racconto continuo e inesauribile dall’inizio, quello dello scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun, accresciuto nella sua potenza dalla presenza di elementi esotici mescolati al tormento dei corpi, a storie di miti e conoscenza. Volti, lenzuola, denti, mani, bagagli, palme, sagome trasparenti svelate da lunghi vestiti. Le storie arabe raccolte sono irresistibili frammenti di discorsi amorosi, di eccitazioni inedite, perdute, ritrovate, per descrivere sentimenti e relazioni. Ritratti e racconti per rappresentare o evocare un Mediterraneo luminoso, sensuale, spietato, immaginato e reale dove il tempo sembra incantato e i luoghi sono emanazioni di respiri, desideri e profumi. La scrittura a più voci – raffinata e fisica – indaga la vita quotidiana di universi privati. Una direzione da seguire nello spazio e nel tempo, sopra il mare. Da esplorare, guardando da un’altra sponda.

Tahar Ben Jelloun
Bompiani 1995
pagine 176
euro 8,50

Ilaria Campodonico