Home Cultura Libri

La cosa e altri racconti

SHARE
la cosa 20131123133625 00001

Pubblicati per la prima volta nell’ottobre 1983, i racconti erotici di Alberto Moravia consegnano al lettore forme umane capaci di qualsiasi nefandezza, modeste e senza contegno, annoiate e inquiete dalla testa ai piedi.

Il risultato di questa raccolta è sorprendente, perché lo scrittore mette a nudo un vuoto (di valori, di morale, di sentimenti) che è poi un pieno (di sogni lombrosiani, di seduzioni, di prigioni). Esistenze grigie, anguste, che non sanno riscattarsi, ma sprofondano nelle anomalie del destino, le cercano senza attivare altra volontà. Così esitiamo davanti a una pagina per i gesti delle mani, le teste, le schiene, i fianchi, gli occhi che si avvicinano. Perché siamo di fronte a una rappresentazione perfetta del vocabolario di tutti i piaceri del corpo, quelli più languorosi che saldano testa e viscere: elementi di alienazione, tentazioni, corruzioni, atti amorosi portati al parossismo di accoppiamenti multipli, inganni, mascheramenti, equivoci, amplessi, dolcezze e brutalità. È la condizione umana inscritta dentro fiacchi orizzonti, dove l’eros non è mai stato così libero, evidente, esplicito, perverso, indiscreto, pericoloso, determinante. Visioni interiori, nascoste e profonde, per ritratti in movimento: niente trucco e niente inganno, tutte le favole sono prese dalla realtà.

La cosa e altri racconti
Bompiani 2007
pagine 304
euro 8

Ilaria Campodonico