Home Cultura Libri

La pescatrice di Platani

SHARE

Dopo “Il cane che andava per mare”, in libreria una nuova raccolta di storie sulla Sicilia di Stefano Malatesta, scritte in un vecchio baglio affacciato sul Mediterraneo, da un’isola che è diventata nel tempo una sua terra di elezione: “La pescatrice del Platani”.

Viceamministratore di una piantagione di tè alle Seychelles, documentarista di animali, cronista di nera, inviato di guerra, da oltre venticinque anni Malatesta è una delle firme più prestigiose del quotidiano La Repubblica. Vincitore dei premi Albatros Palestrina, Este-Ferrara, Comisso, Settembrini, Barzini per il miglior inviato speciale dell’anno e Chatwin, dirige la collana di letteratura di viaggio “Il cammello battriano” per la casa editrice Neri Pozza. “Con la sua scrittura abile, sorniona, sempre elegante” così è stata definita da Andrea Camilleri, Malatesta torna a raccontare i chiostri, i palazzi, il buon vino, le passeggiate in montagna o lungo spiagge frequentate dal dio Pan, dai nudisti e dai pittori tedeschi; le tradizioni, impastate con la poesia e le facce dei grandi pittori, scrittori – Leonardo Sciascia, Piero Guccione, il principe Alliata – con i finti miti, i cannoli e il formaggio maiorchino. Una letteratura speciale, una terra di mezzo tra recit de voyage, critica letteraria, ricostruzione storica, avventurose narrazioni di battaglie e lezioni di gastronomia.

 

Autore: Stefano Malatesta
Pagine: 224
Prezzo: 16 euro
Editore: Neri Pozza
Anno: 2011

Ilaria Campodonico