Home Cultura Libri

La versione di Barney

SHARE

Scritto da Mordecai Richler, pubblicato per la prima volta nel 1997, La versione di Barney ha attraversato tutto il mondo, diventando un caso letterario soprattutto in Italia. Oggi è un film con Paul Giamatti e Dustin Hoffman.
Quella di Barney Panofsky è una lettera senza fine per restituire una privata “versione” sulla morte dell’amico Bernard Boogie Moscovitch, per la quale era stato accusato di omicidio, dove i ricordi sembrano farsi sempre più confusi e sbiaditi, come memorie disordinate saltate fuori da un vecchio album di fotografie. Straordinaria, infarcita di amore, alcol e sigari, una vita intera che riparte da qui: i matrimoni – quello con la pittrice Clara, suicida a Parigi, e quello con una ricca ereditiera, dalla quale divorzierà presto – l’abbandono dell’ultima moglie, Miriam – l’unica che abbia mai amato e con la quale deciderà di fare dei figli – il padre, gli amici.
Soltanto chi saprà arrivare alla fine del libro scoprirà la malattia di Barney e la verità sulla misteriosa morte di Boogie. Intanto imparerà a conoscere un uomo rude, villano, ma molto colto e dolce, spesso inadeguato, complicato, scorretto ma capace di grandi passioni: un “A gute neshome”. E forse per questo continua a girare in maniera così inspiegabilmente irresistibile, anche dopo aver chiuso definitivamente il libro.

Informazioni:
Titolo: La versione di Barney
Autore
: Mordecai Richler
Traduzione: Matteo Codignola
Pagine: 490
Prezzo: € 12,00
Editore: Adelphi 2005
Collana: Gli Adelphi

Ilaria Campodonico