Home Cultura Libri

La vita delle ragazze e delle donne

SHARE

Se forma è sostanza, per l’autrice è evidentemente il segno di un mutamento privato per il quale sono disposte su un tavolo da lavoro le questioni centrali della sua letteratura e della condizione stessa di scrittrice e donna. Alice Munro è la campionessa dei racconti, ma questo è il suo unico romanzo. “La vita delle ragazze e delle donne” viene pubblicato per la prima volta in Canada nel 1971; protagonista è Del Jordan, una bambina appartenuta a storie passate, che – immersa nella vita quotidiana di Jubilee, una città rurale dell’Ontario, negli anni Quaranta – prova a conquistarsi uno spazio di libertà. Nulla più delle modificazioni cercate e scelte è in grado di mostrare la profondità di taluni pensieri: quello che interessa all’autrice è ciò che resta indietro, apparentemente indisponibile, il discorso sull’infanzia e sul diventare adulti. Munro comprende ora, oltre a quello che è stato, anche il presente, in uno spazio lungo in cui appare la sua voce mirabile, figura radiosa dentro e fuori, degna di quanto le è riconosciuto. Il suo libro diventa un vero simbolo magico che dovrebbe proteggere chiunque si trovi costretto ad attraversare quella zona d’ombra, momento necessario di emancipazione. O per chi quel viaggio lo ha già compiuto, ma ha bisogno di pensarci ancora, quando le cose si ribellano.

Alice Munro

Einaudi 2018

Euro 20

Ilaria Campodonico