Home Cultura Libri

Lettera al padre

SHARE

Composta nel 1919 ma ancora incredibilmente attuale un secolo dopo. Nella lunga lettera scritta da Kafka al padre, riga dopo riga, ci caliamo nei complessi e delicati meccanismi del rapporto padre-figlio.

L’autorità paterna, la fragilità e sensibilità del figlio, la stima verso il genitore, il dolore per la mancata comprensione delle proprie vocazioni, il desiderio umano di essere amati. Essenziale per capire tutta l’opera di Kafka, il suo mondo e le sue ossessioni. Una lettera che con un rispetto e un’eleganza di scrittura ormai rari affronta tematiche importanti su cui tutti i genitori, madri e padri, dovrebbero soffermarsi. Uno stile che riflette l’intreccio del pensiero, che torna e ritorna su dei diversi punti senza però essere ripetitivo. In ogni parola, Kafka regala un po’ di sè, della sua sfera familiare e delle sue tensioni. Fu pubblicata postuma e purtroppo mai letta dal vero destinatario. Un saggio di George Bataille, magistralmente tradotto da Andrea Zanzotto, ne spiega i contenuti e i rapporti con gli altri testi kafkiani. È interessante ripercorrere il testo accompagnati dal critico per scoprirne nuove prospettive.

Titolo: Lettera al padre
Autore: Kafka Franz
Prezzo: € 5,50 Risparmio
Dati: 2002, 96 pagine
Editore: Feltrinelli (collana Universale economica. I classici)


Carlamaria Liso