Home Cultura Libri

Librissimo me, quando leggere è un gioco da ragazzi

Il 24 e il 25 marzo torna all’istituto di via Padre Semeria “Librissimo me”, una manifestazione per promuovere la lettura per l’infanzia e l’adolescenza

SHARE

 

Tra i tanti luoghi comuni che sottolineano i cambi generazionali, spesso apostrofati da un malinconico “signora mia”. Nelle piazze o nei bar italiani, ce ne sono due riguardanti i bambini di questi tempi che sembrano andare in questa direzione: i bambini non si sbucciano più le ginocchia e non leggono più, signora mia. Come tutti i luoghi comuni anche questi sono esagerazioni caricaturali di comportamenti, anche impercettibili, ma spesso verosimili.

Secondo i dati Istat infatti per il 2015 ed il 2016 il numero di ragazzi dai 6 agli 11 anni che leggono abitualmente è in calo ed è destinato a scendere ancora per gli anni a venire. Proprio per far fronte a questo preoccupante dato l’Associazione “Scuola libera tutti”, formata da genitori e docenti dell’istituto, è sempre impegnata nella promozione di attività culturali, come “Librissimo me”, che spingono figli ed alunni verso la riscoperta della lettura come aspetto integrante e fondamentale dell’educazione scolastica e non. Il tema scelto per la quinta edizione della manifestazione editoriale è la musica.

Nel teatro della scuola Principe di Piemonte saranno ospitate alcune delle case editrici più interessanti nel panorama dell’editoria per l’infanzia e l’adolescenza: L’Asino d’oro, Babalibri, Bakemono lab, Beisler, Coccole books, Kogoi, Lapis, Nuove edizioni romane, La Nuova Frontiera, Orecchio acerbo, Parapiglia, Prankster comics, Sinnos, oltre a il Brucofarfalla con un progetto di editoria sociale. Oltre alle case editrici, saranno presenti tante associazioni culturali con scrittori, musicisti, artisti, fotografi che animeranno readings e laboratori di lettura, musica, pittura, fumetto, yoga e psicomotricità. Come per le fortunate edizioni precedenti tutta la manifestazione è basata sul sottile equilibrio tra il gioco e l’educazione, con la musica che farà da collante ai due più importanti aspetti di crescita di un individuo in fase evolutiva.

Questo il ricco programma: il 24, durante l’orario scolastico, si terranno laboratori rivolti alle classi dell’Istituto e nel teatro della scuola verrà allestita l’esposizione dei testi delle case editrici. Dalle 16,30 alle 18,30 l’esposizione sarà aperta a tutti. Il 25 sarà ricco di laboratori condotti da Bakemono lab, Magic BlueRay, Donne di carta, Fare Arte-Ukulele Roma, Fiabe a domicilio, Lo Scrigno dell’arte, Prankster comics, ScuolaLiberaTutti. Tutto condito da spettacoli circensi e di giocoleria, panini e merenda offerta dall’associazione tra gli ulivi e le acacie.  Nel parco della scuola ci saranno anche le Persone libro dell’associazione “Donne di carta” che daranno voce ai libri. “Librissimo me” è, insomma, diventato un appuntamento fisso perché organizzato con passione e perché istruisce in modo intelligente e divertente, spalancando ai giovani le meravigliose porte della fantasia. L’ingresso, come per gli anni precedenti, è gratuito ma si consiglia la prenotazione per i laboratori.

Marco Etnasi