Home Cultura Libri

Mandami tanta vita

SHARE
dipaolo

Ogni ardua impresa che si rispetti possiede tra le sue curve le più degne sbucciate di ginocchia ed i protagonisti di “Mandami tanta vita” lo sanno bene.

Non possono vivere se non provano a incontrarsi, a nulla valgono gli impedimenti per destini incrociati che si invertono vertiginosamente. Torino, Parigi. Moraldo e Carlotta, Moraldo e Piero (Gobetti), Piero (Gobetti) e Ada. Architetture regali, oggetti che raccontano storie, carichi di desideri, portatori di sogni, di stelle, libri e gioventù. Vedere attraverso, trapassare con lo sguardo le cose, non immaginiamo nulla di più fascinoso per una vicenda da rappresentare, una storia che non si può non raccontare e che è subito letteratura. Paolo Di Paolo costruisce così una complessità di scritture e descrizioni, di fatti quotidiani e gesti, ci insegna ad abitare una casa fatta di inquieta tranquillità, piena di angoli di già vissuti, che il tempo ha riempito di rivelazioni, di sconvolgimenti, di abbandoni. Questo è uno di quei libri speciali, sopravvissuti alle mutazioni, in cui lo scrittore e il lettore si parlano, si frequentano ripetutamente, costruiscono un mondo e lo riempiono di profonde solitudini. Una parabola corale, affollata, così potente e reale che le diversità diventano irriducibili e il nulla indietreggia all’infinito.

Paolo Di Paolo 
I Narratori Feltrinelli 2013
pagine 158
euro 13

Ilaria Campodonico