Home Cultura Libri

Non esistono cose lontane

SHARE
non esistono cose lontaner

Il tempo logora e corrode ma non cancella, piuttosto risorge e alcune conclusioni sono semplicemente temporanei addii. Arriva un momento – che potrebbe apparire vago e incomprensibile – per vedersi di nuovo e ricomporre.

Se è vero infatti che il passato non è mai morto, anzi non è nemmeno passato, il ricordo di talune emozioni non può sbiadire: gli affetti legano il lontano al vicino. Il passato di Olga e di Ettore, quella passione nata nell’ascensore di un palazzo di via Nazionale e gli incontri all’improvviso che somigliano più a svenimenti. Il presente, sono trascorsi 25 anni, una lettera per incontrarsi in un casale in Toscana. Un segreto, quello che Mercede non ha mai raccontato. C’è qualcosa che torna a scuotere, il corpo e l’anima non lasciano dubbi in proposito: non esistono cose lontane. Ancora una volta, un romanzo di Elisabetta Rasy diventa la casa di una storia d’amore e vicende familiari. Quante volte siamo rimasti indietro, perduti nel reale con fantasmi seducenti! Quella bellezza alimenta da allora una naturale urgenza espressiva. Così quando terminiamo il libro, cominciamo a raccontare la nostra storia. Ripensiamo a quegli anni lontani (i nostri) e non li guardiamo più attraverso un vetro impolverato, come fossero qualcosa di sfocato e indistinto: possiamo toccarli, senza paura.

Elisabetta Rasy
Mondadori 2014
pagine 264
euro 19

Ilaria Campodonico