Home Cultura Libri

Stupori e tremori

SHARE

Poche scrittrici sono simpatiche ed intelligenti come Amélie Nothomb.

La sua personalità travolge il lettore dalle primissime righe di questo piccolo romanzo autobiografico, nel quale la scrittrice belga racconta la sua esperienza giapponese alla Yumimoto, grande multinazionale, dove farà una brillante e divertentissima carriera in discesa. Da traduttrice a guardiana dei bagni. La sincerità e creatività della ragazza sono infatti qualità irritanti e punibili per la rigida realtà lavorativa, in particolare quella nipponica, dove la gerarchia tra gli individui sembra essere una regola di vita. E così la Nothomb non potrà far altro che scrivere, consentendo a se stessa di esprimersi al meglio e a noi lettori di spassarcela con le sue riflessioni che non hanno mai nulla di scontato o già detto. Dentro quel suo grande e immancabile cappello nero che indossa con una nonchalance invidiabile, la scrittrice sembra racchiudere un’inesauribile sorgente d’idee bizzarre e stravaganti. Originale, eccentrica, generosa, sempre democratica e assolutamente ironica, Amélie Nothomb è l’amica che tutti vorrebbero avere e la scrittrice che tutti dovrebbero leggere.

Informazioni:
Titolo: Stupore e tremori
Autore: Nothomb Amélie
Prezzo: € 11,00
Dati: 2002, 128 p.
Curatore: Bruno B.
Editore: Voland (collana Amazzoni)


Carlamaria Liso