Home Cultura Libri

Sylvia

SHARE
libri 140 - Sylvia

Un libro simile al compimento di una fantasia

La realtà della trama che è evidentemente biografia, l’ambientazione fortemente urbana, la narrazione a tratti diaristica, il fatto che i due protagonisti resistono isolati dentro una bolla (emergendo dall’ombra indifferenziata alla quale fanno sempre ritorno) e il loro amore – crudele, incontrollato, ostinato, irragionevole, nato in un giorno qualunque – obbligano a considerare questo libro simile al compimento di una fantasia, alla perfetta messinscena di una finzione che coincide con l’esistenza stessa. Di Sylvia e Leonard. Anime cupe e tormentate che si incontrano, per trasfigurarsi nel momento subito dopo e morire di più. È questa la ragione ultima di ogni tragedia, non riuscire a stare con i piedi ben piantati a terra, quando la vita non scorre via e l’assenza di una ragione valida fa il resto. L’autore scrive il racconto osservando se stesso e la giovane amante dall’aspetto esotico, senza mai distrarsi. Per poi uscire fuori e frammentarsi, ripercorrendo la strada che lo ha condotto fino a qui: il suicidio della prima moglie a New York negli anni Sessanta. Le allucinazioni di lei, le confessioni mancate, la colpa di lui, l’autodistruzione, la sistematica vocazione all’infelicità. Insistenza, negazione, troppo folle questo amore? Gli sposi non sopravviveranno.

Leonard Michaels
Adelphi 2016
Pagine 129
Euro 16

Ilaria Campodonico