Home Cultura Libri

Terre rare

SHARE
libri121-terrerare

Non è soltanto per i personaggi e le storie, ma per le parole scelte e i toni

Non è soltanto per i personaggi e le storie, ma per le parole scelte e i toni, le sedimentazioni di letture private (siano libri, film, canzoni), che i suoi romanzi sono sempre mondi meravigliosi con i quali si desidera passare più tempo possibile come con la persona amata. Uno straordinario talento mischiato a una certa audacia nei comportamenti e nelle considerazioni tutte, Sandro Veronesi è sempre dedito – con le sue memorie, i racconti felici, le vicende più sfortunate – alla costruzione (e cognizione) di quel grandioso e sconfinato catalogo contenuto nella biblioteca del mondo. 

Ancora una volta c’è un’evidenza esistenziale che presiede alla scrittura: “Caos Calmo” non era certamente finito e Pietro Paladini è di nuovo protagonista, in “Terre rare”. Tanto per cominciare, tutti scappano da lui: lavoro, compagna, figlia, all’improvviso non ha più nulla e gli intrecci sembrano condurre ad un unico destino di sofferenza e trasformazione (perché perdere l’esperienza?).
Con una voce che si sente fino all’ultima fila delle poltrone, impossibile da imitare, Veronesi è uno scrittore vero, ironico, inquieto, profondo ma estraneo a quei percorsi labirintici fatti di finti miti e simulazioni emotive. Un uomo contemporaneo, lontano dalle stravaganze, che riflette sul presente e non prova a deviare le indagini.

Sandro Veronesi
Bompiani 2014
pagine 407
euro 19

Ilaria Campodonico