Home Cultura Libri

Tre donne

SHARE

Le relazioni tra donne di una stessa famiglia sono complesse e nascondono delle connessioni sotterranee, antiche, originarie. Nel suo nuovo romanzo per Rizzoli (così sapientemente pensato, costruito e scritto), Dacia Maraini impone la prima persona e sceglie di raccogliere pagine di diari, registrazioni, lunghe lettere, dialoghi e specchi. La storia unica e indivisibile di una casa, tre generazioni di femmine (figlia, mamma, nonna) a tenere il tempo. Una fascinazione formale che rapisce facilmente dall’inizio, dove colori, direzioni, fluidi, conquistano un primato assoluto. Gesuina, Maria, Lori si prendono cura amorevolmente l’una dell’altra, ma è quella stessa responsabilità a generare ribellione, opposizione, battaglia. Tanto che in alcuni momenti sembrerà non corrispondere più a libertà, ma assumerà piuttosto i tratti di una dichiarazione di forza, dove lo spazio non basta. Tuttavia l’universo del gruppo è impregnato anche di figure maschili: incontri via Internet, sospiri per una relazione a molti chilometri di distanza, prime esplorazioni sentimentali con un compagno di scuola. Chi è fuori non sa, non può conoscere fino in fondo i pensieri, la quantità di amore che si muove dentro, a volte impetuoso come una forza della natura, a volte apparentemente lieve come una piuma in caduta libera.

Dacia Maraini

Rizzoli 2017

Euro 18

Ilaria Campodonico