Home Cultura

Lucio Battisti pittore inedito

SHARE

Le opere in mostra all’Auditorium fino al 2 ottobre.

Presso lo spazio espositivo AuditoriumArte dell’Auditorium Parco della Musica di Roma si inaugura mercoledì 14 settembre alle 19:00, alla presenza del Presidente della Fondazione Musica per Roma Aurelio Regina e dell’Amministratore delegato Carlo Fuortes, la mostra “Battisti, il tratto delle emozioni” a cura di Gianni Borgna e Carla Ronga, prodotta dalla stessa Fondazione. C’è tempo fino al 2 ottobre per visitare gratuitamente gli undici quadri dipinti dallo stesso Lucio Battisti fra il 1969 e il 1972, che portano il titolo delle sue canzoni più celebri e sono state concepite dall’artista su mezzi di fortuna – come ha svelato anche la sorella ad alcune agenzie giornalistiche- quando si chiudeva in cucina dopo ore passate a tormentare le corde della chitarra. Le tele mostrano contrasti decisi nel tratto e nelle emozioni che comunicano la straordinaria capacità dell’artista di tradurre in colori e musica il mondo che lo circondava: dalle tonalità intense della “Collina dei Ciliegi” ai colori forti e decisi de “La Macchina del Tempo”, passando per le sfumature e le sovrapposizioni di “Sognando e risognando” e ancora, ai colori accesi dei “Due Mondi”, dove uno è il contrario dell’altro ma ne è anche l’interfaccia. In mostra anche le prime tre chitarre acquistate da un Lucio Battisti ancora minorenne prima della sua partenza per Milano, tra le quali c’è la prima ad essere stata suonata dal cantautore, decorata e autografa. Questa mostra, c’è da scommetterci, saprà dare dimostrazione della grandezza di un’artista a tutto tondo come Battisti, che ha fatto sognare, innamorare e commuovere intere generazioni con la sua musica, fino ad ispirare anche se stesso nella creazione dei suggestivi quadri esposti.

Michela Romoli