Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

…A Toys Orchestra @ Circolo degli Artisti

SHARE
atoysorchestra

Gli …A Toys Orchestra sono un’interessante band che si sta facendo largo a colpi di musica di qualità nel panorama musicale italiano.

Enzo Moretto (voce, chitarra, piano, synth), Ilaria D’Angelis (voce, synth, piano, chitarra, basso), Raffaele Benevento (basso, chitarra, voce) e Andrea Perillo (batteria, entrato a far parte della band nel 2005) sono davvero bravi, e questo si avverte fin dalle prime note suonate, o dalle prime parole cantate. La sensazione è quella che le sonorità vengano “accarezzate” dalla band, nelle ballate struggenti dove il pianoforte fa da protagonista indiscusso insieme alla fantastica voce di Enzo Moretto, che ha risuonato nella sala con una potenza, ma anche con una musicalità da brivido. Ma questa originale orchestra moderna non ha offerto uno spettacolo esclusivamente soft, e anzi non sono mancati i momenti divertenti, dove il brit-pop regnava sovrano, e alcuni momenti di rock più hard, che si contaminava di elettronica e persino di noise, come nella spettacolare conclusione strumentale, lunghissima e devastante, che ha visto lo scatenarsi di una folla già ampiamente soddisfatta dallo show.
Ci sono due cose che colpiscono immediatamente. La prima è l’elasticità musicale dei componenti che si scambiano gli strumenti a vicenda, sconvolgendo i loro ruoli. Pare che tutti possano far tutto, che tutti sappiano fare tutto. La seconda è la voce di Ilaria D’Angelis: uno stile davvero particolare, sospirata e sensuale, che ricorda moltissimo l’Islanda, con il suo Jonsi dei Sigur Ros in prima fila. E in ultimo, ma non meno importante, innotabile è stata la presenza di un’altra artista che non fa parte della line up del gruppo, ma che ieri sera ha indubbiamente riscaldato gli animi grazie alla sua bravura e al suo temperamento. Lei è Beatrice Antolini, cantautrice, che lavora sotto la stessa etichetta discografica degli …A Toys Orchestra, la Urtovox records.
Questa formidabile band ha già ricevuto vari riconoscimenti, tra cui il premio della critica “Miglior disco dell’anno” per Technicolor Dreams, il loro terzo album, con una targa consegnata al MEI di Faenza. Inoltre, tra le altre, hanno partecipato alla nota compilation di artisti vari, presentata dagli Afterhours,“Il paese è reale”.
Il loro ultimo lavoro è Midnight Talks, un disco coraggioso e spontaneo, decisamente più rock, ma sempre corredato delle caratteristiche tipiche di questa band, che lo rendono originale, fuori dagli schemi della quasi sempre ripetitiva musica da radio, ma con un sound orecchiabile e maturo, che attinge dalle sonorità del passato (dei Beatles, ad esempio) rivisitate da sintetizzatori e distorsioni.
Gli …a Toys Orchestra, quindi, ci hanno regalato una serata di ottima musica da godersi con le orecchie ben aperte e i nasi all’insù, gustandosi ogni cambio, ogni suono, ogni spostamento che avveniva sul palco. E tra un sorso di vino, una batteria che pian piano rallenta il suo ritmo e gli animi che si scaldano in un ultimo lungo applauso la serata si conclude. Li ritroveremo al banchetto del merchandising, a firmare cd e vinili e a intrattenersi per un saluto e quattro chiacchiere con il pubblico. Questo fa ben sperare che non siano una di quelle band che, appena arrivano al successo, si montano la testa e smettono di perdere quella buona dose di genuinità iniziale. Ma loro, effettivamente, non lo sembrano proprio e anzi, hanno un atteggiamento davvero “easy” e mostrano simpatia e cordialità, che oltre alla bravura, davvero non guastano mai. Assolutamente consigliati.

Prossime date:

8 maggio – La Darsena (Castiglion del Lago, Perugia)
14 maggio – Locomotiv (Bologna)
15 maggio – Vinile 45 (Brescia)
22 maggio – Karemaski (Arezzo)
23 maggio – Ludovico Van Fest (Avellino)
28 maggio – Piazza della Repubblica (Agropoli, Salerno)

Informazioni:

www.myspace.com/atoysorchestra
www.circoloartisti.it

Serena Savelli