Home Rubriche City Tips

ArdeForte: al via la serata d’apertura

Parte oggi il Festival musicale primo classificato tra i progetti dell’estate romana

SHARE

IL FESTIVAL – È tutto pronto per la serata di apertura di ArdeForte Free Music Festival, l’evento organizzato da Barcellona Caffè, Memetica e Nessun Dorma, a Roma 70 all’interno del Parco del Forte Ardeatino. Quattro giornate (dal 12 al 15 luglio) in cui il Parco sarà un luogo di sport, cultura, attivismo sociale e ovviamente tanta musica. “Nella splendida cornice verde si alterneranno sul palco artisti romani, nazionali e internazionali – assicurano gli organizzatori – Sarà possibile rinfrescarsi con birre e cocktail o gustarsi una tranquilla cenetta in pineta. Che tu abbia 15 o 99 anni non importa, ArdeForte saprà accontentare la tua idea di serata indimenticabile”.

L’APERTURA – Questa serata d’apertura promette una splendida atmosfera musicale. Si parte dalle 18.00 con Artidee – Laboratorio della Musica e delle Arti, la Scuola di Musica e laboratorio interdisciplinare di arte espressive. Sul palco centrale si alterneranno: Some Sounds Duo (ospite Sonia Russino #Artidee Docente Canto), The Veterans, Tintoretto Blues band, The Sixties, Rock Connection, Prog Relodaed (ospiti Martina Pelosi #Artidee Docente Canto & Michele Leiss #Artidee Docente Sassofono), Yoga no stop, All Ages Blues band, Fabrica Funk (ospiti Luca Iaboni #Artidee DocenteTromba e Matteo Brandani #Artidee Docente Chitarra). Questa prima session musicale sarà chiusa dalla Artidee Big Band diretta dal Maestro Claudio Pradò.

IL CORO MUSICANOVA – Secondo appuntamento della serata (a partire dalle 22.00) è quello con il Coro Musicanova con lo spettacolo ‘Roma che in…canta’, che torna in scena a Roma dopo essere stato protagonista al padiglione Italia di EXPO Milano 2015 e in numerosi teatri italiani, per raccontare la Roma che fu ai tempi di Bartolomeo Pinelli e delle “carozzelle” sul Lungotevere. “Arrivederci Roma”, “Tanto pe’ canta'”, “Me pizzica, me mozzica” sono solo alcune delle canzoni che hanno scritto la storia della musica popolare del Lazio e che accompagneranno la rappresentazione, frutto di un’armoniosa commistione fra musica corale e teatro popolare.