Home Municipi Municipio VIII

Azione Frontale contro il concerto di Bello Figo: “Roma non ti vuole”

Striscioni e volantini affissi nella notte, ma il concerto del 4 febbraio resta programmato

SHARE

Continuano le azioni dimostrative dei militanti di estrema destra contro la tappa romana del rapper italo ghanese residente a Parma

IL CONCERTO – Proseguono le proteste del gruppo di estrema destra, Azione Frontale, contro l’esibizione del rapper italo-ghanese Bello Figo, in programma per il prossimo sabato in zona Ostiense. Nonostante le proteste della formazione neofascista, gli organizzatori e il rapper residente a Parma non hanno intenzione di fare nessun paso indietro.

I VOLANTINI – Dopo gli striscioni e la diffida recapitata per raccomandata al rapper, i militanti di estrema destra hanno proseguito la loro protesta con l’affissione di alcuni volantini all’esterno della discoteca ex Magazzini. I volantini apparsi nella notte richiamano la canzone di Bello Figo, “Io no pago affitto”, che nei volantini della formazione neofascista viene parafrasato: “Bello Figo no paga affitto, Angelo muore di freddo”.

LA NOTA – L’affissione dei volantini è stata rivendicata da Azione Frontale attraverso una nota: “La scorsa notte siamo stati all’esterno della discoteca ex magazzini per testimoniare ancora una volta la nostra presa di posizione nel chiedere l’annullamento del concerto di Bello Figo il 4 febbraio – si legge – Gli italiani come ad esempio il sig. Angelo morto di freddo su un marciapiede perché abbandonato dalle istituzioni, come anche le donne del nostro paese meritano rispetto. Non possiamo essere infangati da questo personaggio!”. In chiusura della nota dell’organizzazione di estrema destra, c’è un rimando ad alcuni testi del rapper in cui parla delle donne italiane: “Ci chiediamo inoltre dove sono tutte queste associazioni che difendono la libertà e la dignità delle donne?”.

LeMa