Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Better Oblivion Community Center – Better Oblivion Community Center

SHARE

Il superduo formato da Phoebe Bridgers e Conor Oberst ha tenuto i piani segreti mentre registrava l’esordio a Los Angeles, California, tra l’estate e l’inverno del 2018. Ma proprio alla fine del 2018 e l’inizio del 2019 i rumors tra i magazine di settore sono diventati sempre più insistenti e un misterioso numero di telefono apparso sui social ha svegliato l’attenzione dei fan di entrambi gli artisti che hanno prima iniziato a ricevere via posta enigmatiche brochure e infine hanno visto apparire a Los Angeles una fermata dell’autobus per il “Better Oblivion Community Center”.
L’album omonimo è uscito in streaming per Dead Oceans nella notte tra il 23 e il 24 gennaio 2019.
Il disco è stato prodotto dai due musicisti insieme ad Andy LeMaster, collaboratore storico di Conor Oberst e dei Bright Eyes, e masterizzato da John Congleton.
Tutti i pezzi sono stati scritti a quattro mani dal duo, tranne “Chesapeake” e “Forest Lawn” realizzati insieme a Christian Lee Hutson e “Dominos” insieme a Taylor Hollingsworth. L’album si nutre di contaminazioni folk e alt rock spaziando tra contenuti di solitudine in mondi corrotti e distopici, tra episodi di speranza in frammenti di caos esistenziale.
Da sottolineare che i 10 brani sono stati registrati con una formazione da favola che comprende Nick Zinner degli Yeah Yeah Yeahs, Carla Azar (Autolux, Jack White), Wylie Gelber e Griffin Goldsmith dei Dawes, Christian Lee Hutson e Anna Butterss.

David Gallì


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353