Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Borderline Symphony – Ragazze con Pistole

SHARE

“Ragazze con Pistole” è il primo album di Borderline Symphony, duo pop composto da Luca Pollioni e Filippo Argento fondato nel 2006 a Zurigo.
Una produzione assolutamente “lo-fi” e come loro stessi affermano “registrata su un recorder 24 tracks usando pochi effetti e quasi nessun compressore”. Gli undici brani sono stati composti e registrati nel giro di cinque anni nella loro sala prove a Zurigo. In questo lungo periodo i due hanno trovato il loro stile espressivo che più li caratterizza nel concetto di “sound vintage”, ovvero quella particolare sonorità che contraddistingue sia le chitarre degli anni sessanta, ma anche le tastiere tipo synthesizer, mellotron, woodwind, oltre che cori e flauti che erano usati negli anni Settanta. Spiccano i testi in italiano e una linea vocale decisamente melodica. Questa ricerca del suono vintage, del pop suonato “anche per quelli che non amano la musica pop” è una caratteristica che contraddistingue molte band indie di questo periodo: uso massiccio di tastiere e synth, testi semplici di vita quotidiana a metà tra il romantico e l’alienato, influenze musicali provenienti da generi come lo Shoegaze, il Rock Psichedelico, la New Wave, l’Industrial e appunto tutti i Sixties e i Seventies. 

Da un lato quindi c’è una forte originalità, che però rischia di bruciare immediatamente come un fuoco di paglia per la gran quantità di band che propongono sonorità simili senza differenze sostanziali. I Borderline Symphony cominciano bene perché il disco è sicuramente godibile, ma per “spiccare il volo” serve qualcosa in più.
Una curiosità per quel che riguarda il nome: Borderline, perché è un progetto tra l’Italia e la Svizzera, e Symphony perché la musica è un po’ garage e, nonostante ciò, il risultato ha delle affinità strutturali ad una sinfonia. Vengono usati molto spesso e allo stesso tempo quattro chitarre e due tastiere nonché altri elementi come noise, shaker o tamburini in sottofondo.

Marco Casciani