Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

The Cinematics @ Circolo degli Artisti

SHARE
thecinematics

Al Circolo degli Artisti mercoledì scorso sono stati di scena i Cinematics.


Quattro giovani provenienti da Glasgow e portatori di quell’indie rock britannico che ad inizio secolo spopolò in tutto il mondo. Molto simili nelle sonorità ai più conosciuti compaesani Franz Ferdinand, hanno dimostrato di essere esplosivi e di spremersi fino all’ultimo sul palco. Si, perché a vederli così aggressivi nel confronto con il pubblico sembrava quasi che avessero la consapevolezza di essere intrappolati in un genere che ormai non spopola più: persino i Franz Ferdinand non hanno il successo di una volta, pensate un po’ questi fratellini minori! I generi si mischiano, evolvono, si contaminano, e per alcune band questo può essere una trappola.

 

Ma loro tutto questo lo sanno, hanno già avuto la loro dose di successo circa tre o quattro anni fa con i singoli “Break”, “Chase” e “Keep Forgetting”, quando firmarono per la TVT Records. E allora cosa gli resta da fare? Suonare per il loro pubblico, quello che stasera è sotto il palco e urla a squarciagola quasi tutti i pezzi, quello che balla e si scatena e suda sulle schitarrate e gli acuti di Scott Rinning. Danno il meglio di loro stessi: “All These Things”, “Love&Terror”, “Break”, “Strange Education”, “Cinema” sono solo alcuni dei brani che propongono. Dopo una breve pausa ritornano sul palco e offrono un lungo bis concludendo lo spettacolo con “Moving To Berlin”. Un concerto piacevole, compatto, scatenato per molti, in pratica un tuffo nell’indie rock puro!
Ma ci sono altre due cose da aggiungere: la prima è che se per caso dovessero improvvisamente sfornare qualche pezzo rock di qualità e di successo, hanno tutte le possibilità di superare i già citati compaesani (avendo visto entrambi dal vivo, non sorprenderà la constatazione che i protagonisti di questa serata paiono molto più in gamba e combattivi della band di Alex Kapranos). La seconda riguarda l’interessante iniziativa legata all’uscita del nuovo film di Ang Lee “Motel Woodstock”. Il Circolo proponeva un party free entry con la musica del film a fare da colonna sonora. Buona musica a quanto pare!

Marco Casciani