Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Cristina D’avena e Gem Boy a Roma @ Teatro Parchi della Colombo

SHARE

Folla in delirio e tanto divertimento per i presenti, tutti insieme a cantare insieme a Cristina D’Avena le canzoni del repertorio della storica cantante che ha dato la voce alle più note sigle dei cartoni animati da trent’anni a questa parte.

I concerti di Cristina D’Avena – che quest’anno festeggia i 30 anni di carriera – sono un’occasione unica   per tutti gli amanti del genere per rivivere un pezzetto di infanzia e continuare a sognare nonostante l’età non sia più quella del pubblico a cui sono dedicati i cartoon.
Spettacolo travolgente quello messo in scena da Cristina D’Avena e i Gem Boy venerdì 1 marzo presso il Teatro Parchi della Colombo a Roma e ancora molte le date del tour che da anni ormai fa il giro d’Italia registrando affluenze da record.

 

“Kiss me Licia”,“Mila e Shiro”, “Pollon”, “Occhi di gatto”, “I puffi”, “Lady Oscar”, “Jam”, “Piccoli problemi di cuore” e tanti altri i brani che in ogni occasione vengono riproposti dalla cantante e dal gruppo che non perde occasione per fare ironia su Cristina D’Avena e condire il tutto con un pizzico di simpatia, con uno sguardo alle vicende politiche attuali.

Gag simpatiche ed esilaranti in un concerto adatto a grandi e piccoli che riporta tutti coloro che decidono di passare una serata diversa all’età della spensieratezza, quella dell’infanzia dove semplicemente guardando un cartone animato si era in grado di sognare ad occhi aperti, immergersi in mondi straordinari popolati da folletti, fatine e combattenti dai super poteri.

Ed è proprio “continuare a sognare” l’augurio che la nota cantante lancia alla fine di tutti i concerti, un auspicio che strappa una lacrima di commozione a tutti quelli che dentro di loro conservano ancora un’anima un po’ bambina e che non possono che conservare un ricordo splendido dello spettacolo al quale hanno assistito.

Per tutte le informazioni sugli altri concerti:www.cristinadavena.it
www.gemboy.it

Anna Paola Tortora